La Proclamazione, conseguente all'impegno enunciato nel Piano d'Azione per la natura, i cittadini e l'economia presentato dalla Commissione UE lo scorso aprile, è avvenuta contestualmente all'indizione del "Premio Europeo Natura 2000" (edizione 2018) che riconosce l'eccellenza nelle migliori pratiche di conservazione.

Per effetto di una dichiarazione congiunta firmata il 15 maggio 2017 dal Commissario UE per l'Ambiente gli Affari marittimi e la Pesca, Karmenu Vella, dal Presidente della Commissione Ambiente del Parlamento europeo, Adina-Ioana Valean, dal primo Vicepresidente del Comitato delle Regioni, Karl-Heinz Lambertz, e dal Vice-rappresentante permanente di Malta, Neil Kerr, il 21 maggio sarà la "Giornata europea di Natura 2000" e d'ora in poi ogni anno.

Così, quel che inizialmente era nato in Spagna come progetto di dimensioni locali, finanziato dalla Commissione UE nell'ambito del Programma LIFE assume ora con la proclamazione dimensioni europee.

L'iniziativa era stata anticipata nel nuovo Piano d'Azione, adottato il 27 aprile 2017 dalla Commissione UE per aiutare le regioni europee a tutelare la biodiversità e a sfruttare i benefici economici derivanti dalla protezione della natura, che propone, per migliorare la comunicazione e la sensibilizzazione, e il coinvolgimento dei cittadini, portatori di interesse e comunità (una delle 4 linee di intervento), di proclamare il "21 maggio Giornata europea Natura 2000".

"La giornata europea Natura 2000 è un omaggio a questa rete unica e al suo valore per i cittadini e per la nostra economia - ha dichiarato Karmenu Vella - A mio avviso si tratta di uno dei successi più eclatanti dell'Unione europea: una rete di oltre 27.000 siti protetti che copre più di 1 milione di chilometri quadrati di zone terrestri e marine, resa possibile dalla collaborazione tra tutti gli Stati membri".

La Rete Natura 2000 è il fulcro della politica per la biodiversità dell'Unione europea e si estende su un'ampia varietà di luoghi e siti in tutto il Continente, per assicurare la sopravvivenza a lungo termine di specie e habitat. L'ampiezza delle azioni intraprese e i numerosi successi conseguiti non sono adeguatamente riconosciuti dagli europei che non ne conoscono il ruolo e le azioni, eppure i sani ecosistemi acquatici sono essenziali per fornire acqua da bere e contribuire a rimuovere le sostanze inquinanti dei terreni, come le torbiere sono serbatoi di sequestro del carbonio o le foreste migliorano la qualità dell'aria e dei suoli.

La Rete Natura salvaguarda queste funzioni e altre ancora, fornendo spazio per attività ricreative sostenibili, come l'escursionismo e la pesca, e opportunità economiche, come la produzione di legname e cibo.
Oltre a proteggere il patrimonio naturale dell'Europa la rete contribuisce ad una percentuale del PIL dell'UE compresa tra l'1,7% e il 2,5% e ciò grazie ai servizi ecosistemici che fornisce: lo stoccaggio del carbonio, la depurazione delle acque, l'impollinazione e il turismo (per l'Italia, secondo il primo Rapporto sul Capitale Naturale pubblicato nei giorni scorsi il suo valore si decuplicherebbe).

Con l'occasione è stato lanciato anche il prossimo appuntamento del Premio europeo Natura 2000 edizione 2018, che la Commissione UE indice con l'obiettivo di riconoscere l'eccellenza nelle migliori pratiche di conservazione del patrimonio naturale.

Chiunque sia in qualche modo coinvolto nella Rete Natura 2000 (imprese, enti, ONG, volontari, proprietari terrieri, istituzioni educative, singoli individui) può partecipare al Premio per le 5 Categorie previste:
- Conservazione. Il Premio viene assegnato per aver contribuito alla conservazione di un particolare habitat e/o gruppo di specie, che debbono essere inseriti negli Allegati I o II della Direttiva "Habitat" o nell'Allegato I della Direttiva "Uccelli" ovvero trattarsi di un uccello che migra regolarmente.
- Benefici socio-economici. Il Premio riconosce i vantaggi socio-economici che sono stati conseguiti da un progetto o sito di Natura 2000. L' "Etichetta Natura 2000", per esempio, potrebbe consentire a produttori sostenibili di utilizzare le risorse del sito per creare un mercato di nicchia o per praticare prezzi migliori.
- Comunicazione. Il Premio riconosce le attività comunicative di successo svolte per accrescere la consapevolezza o la promozione di Natura 2000, che hanno contribuito ad apportare cambiamenti stabili negli atteggiamenti e nei comportamenti verso la Rete.
- Armonizzazione interessi/percezioni. L'effettiva intesa spesso comporta compromessi tra le parti coinvolte che hanno interessi e punti di vista contrastanti. Questa categoria vuol premiare gli sforzi di successo che ha riunito le forze socio-economiche o politiche, gli utilizzatori di terreni o risorse, di cui ha beneficiato Natura 2000.
- Fare rete e cooperazione transfrontaliera. Questa categoria comprende due aspetti potenzialmente distinti, ma correlati: 1. come le attività di networking abbiano indotto a duraturi positivi impatti per Natura 2000; e/o 2. quanto la conservazione a lungo termine possa beneficiare della collaborazione transfrontaliera.

Parallelamente viene assegnato il Premio Natura 2000 dei cittadini che viene attribuito ad uno dei finalisti che verrà maggiormente votato online, sulla base di sintesi che i candidati avranno precedentemente stilato nella loro domanda di partecipazione e che verranno poste sul sito del premio, allorché saranno stati selezionati i finalisti.

Il termine per la presentazione delle candidature è il 29 settembre 2017 e i vincitori saranno annunciati con una cerimonia ad alto livello da tenersi nel maggio 2018 a Bruxelles.
Per le modalità di partecipazione e per scaricare le Linee Guida per i partecipanti si rinvia al sito del Premio.